Essere genitori della propria vita _ I percorsi per una esistenza in salute

ESSERE GENITORI DELLA PROPRIA VITA

I percorsi per una vita in salute
Nuove strategie per combattere le malattie infiammatorie e degenerative e per rallentare il fisiologico invecchiamento

le origini della alimentazione italica

Il segreto per garantirsi una esistenza lunga, caratterizzata da una buona qualità di vita, anche negli anni della vecchiaia, risiede nel nostro modo di alimentarci nel corso della vita.

La restrizione calorica, anche intermittente, favorisce il rinnovamento cellulare: questo è quanto confermano le evidenze scientifiche.

In sostanza, dicono le nuove sperimentazioni, le patologie neurodegenerative possono essere curate, e il normale invecchiamento cellulare può essere rallentato.

Come è possibile? Sembra semplice, ma non lo e’: attraverso una forma di digiuno controllato intermittente, che provoca uno stress metabolico “controllato” .

una strada percorribile

LE RISORSE INTERNE AL SISTEMA

Le cellule di ogni organismo, – dal lievito unicellulare agli organismi pluricellulari, sono in grado di “risettare” il proprio funzionamento, eliminando le componenti disfunzionali al sistema e promuovendo una specifica rigenerazione cellulare che favorisce le vie metaboliche sane e contrasta le vie metaboliche caratterizzate da degenerazione cellulare.

Ciò spiegherebbe anche come gli organismi viventi siano riusciti a sopravvivere per milioni di anni, nonostante carestie ripetute, permettendo nei millenni l’evoluzione di organismi pluricellulari sempre più raffinati.

Gli organismi viventi, dunque, utilizzano le risorse interne al sistema per riprogrammare il proprio funzionamento. Questo confermano le sperimentazioni condotte su lieviti, insetti e topi nel corso di studi multicentrici, condotti ormai da 20 anni in centri di ricerca di tutto il mondo.

VENTI ANNI DI RICERCHE e RISULTATI CONFERMATI

Le evidenze che affiorano dagli ultimi studi aprono nuovi orizzonti sulle linee guida oggi in essere nella prevenzione e nella cura delle principali malattie infiammatorie e neurodegenerative, e sui modi di rallentare il fisiologico invecchiamento cellulare.
Queste nuove scoperte , se confermate, non riguarderanno solo i pazienti affetti da patologie neurodegenerative, ma la popolazione generale, in tutte le sue età.

PREVENIRE LE MALATTIE

E’ in vista una rivoluzione copernicana nel modo di considerare la salute: se fino ad oggi si tendeva a intervenire con farmaci per curare le prime patologie dell’età adulta (ipercolesterolemia, iperglicemia, ipertensione arteriosa, patologie infiammatorie) si sta valutando con attenzione un programma di interventi preventivi, già sull’alimentazione da proporre nelle mense scolastiche e sulle linee guida da privilegiare negli ambulatori dei medici di base, volte ad una attenta informazione alle famiglie  sull’alimentazione.

una antica tradizione culinaria a base di legumi e verdure

 

LA DERIVA ALIMENTARE DEGLI ULTIMI 50 ANNI

Tumori, patologie degenerative e diabete sono in crescita esponenziale, nei paesi occidentali, negli ultimi 50 anni – in correlazione – dicono gli studi epidemiologici – a una dieta ad alta densità calorica, ricca di grassi e zucchero, cibi ad alto indice glicemico (farine raffinate, pane bianco, patate), grassi saturi (carni rosse, salumi, formaggi), grassi idrogenati (margarine, dolciumi), ricca di proteine animali e sale, mentre i cibi che hanno garantito la sopravvivenza nei secoli al genere umano erano a base di cereali non raffinati, legumi, verdure, olio di oliva, semi, noci e solo occasionalmente – nei giorni di festa – proteine animali. Così è stata, per secoli, l’alimentazione dei nostri avi.

Le cosiddette patologie del benessere non solo correlate solo ad inquinamento ambientale e riscaldamento globale, ma, secondo le conferme scientifiche, al fatto che ci muoviamo di meno e mangiamo di più.

DIVENIRE GENITORI DELLA PROPRIA VITA

Il segreto per garantirsi una esistenza lunga, caratterizzata da una buona qualità di vita, anche negli anni della vecchiaia, risiede nel nostro modo di alimentarci nel corso della vita e si rivela essere una strada facilmente percorribile, poco costosa e che garantisce un risparmio energetico globale rispetto alle risorse disponibili.

Non saranno le nuove epidemie batteriche o virali, le nuove droghe che imperversano su internet, gli incidenti stradali, o il terrorismo internazionale a mietere il maggior numero di vittime, nel nuovo secolo, in territorio occidentale,  bensì qualcosa di molto piu’ ovvio e banale, che ci riguarda tutti da vicino: la alimentazione quotidiana e la nostra circonferenza vita !!

 

la popolazione italiana offre esempi di longevità, tra i più studiati al mondo,  soprattutto al Sud: merito dello stile di vita e del tipo di alimentazione

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *